In offerta!

Corso di Pressocolata Alluminio Zinco

1.237,50 Sconto Valido Fino al 20/01/2023

CORSO EROGABILE IN MODALITA’ SMART TRAINING – lezioni live ON LINE O AULA FRONTALE

Corso di Pressocolata Alluminio Zinco. Gli obiettivi del Corso di Pressocolata Alluminio Zinco sono: Aumentare le conoscenze del personale operativo del Reparto di Pressocolata

COD: 8340 Categorie: , , Tag: , , , , ,

Corso di Pressocolata Alluminio Zinco

Obiettivi

Gli obiettivi del Corso di Pressocolata Alluminio Zinco sono:

  • Aumentare le conoscenze del personale operativo del Reparto di Pressocolata.
  • Rendere gli operatori competenti e consapevoli delle loro azioni durante il proprio lavoro.
  • Creare in loro la curiosità per tutto quanto riguarda l’attività della fonderia.
  • Imparare ad amare questo lavoro che tanto impegna, tanto affatica, ma tanto affascina.
  • Informare gli operatori di altri reparti, come il Servizio Qualità o l’Ufficio Commerciale, delle esigenze del Processo della Pressocolata e della Fonderia in genere.

Spesso si crede che un particolare pressocolato sia una cosa semplice da ottenere, perché “ci pensa la pressa”; quindi è alla portata di tutti, di qualsiasi operatore senza la minima professionalità. Queste considerazioni sono dettate dalla scarsa conoscenza di questo processo.

Livello

Base

Programma Corso di Pressocolata Alluminio Zinco

Introduzione alla Pressocolata.

  • La tecnologia del processo

Considerazioni economiche sul processo

Leghe di Alluminio da Pressocolata

  • Le leghe di alluminio: cenni sulla loro unificazione
  • Tipi d’impiego e loro proprietà
  • Influenza della struttura cristallina sulle caratteristiche meccaniche e di tenuta a pressione dei pezzi

Influenza delle modalità operative della pressocolata sull’integrità della lega

Fusione

  • Forni fusori
  • Forni di attesa
  • Rivestimento refrattario dei forni: che cosa è e come conservarlo nel tempo
  • Composizione chimica dei materiali refrattari
  • Resistenza dei materiali refrattari all’attacco dell’alluminio e sue leghe
  • Caratteristiche chimico-fisiche dell’alluminio
  • Il processo fusorio
  • Preparazione delle cariche di lega per i forni
  • Reazioni delle leghe di alluminio all’umidità dell’aria
  • Norme per la conduzione dei forni
  • Temperatura di mantenimento della lega fusa
  • Influenza degli ossidi inclusi nei pezzi pressocolati
  • Sedimentazioni
  • Trattamenti metallurgici di scorifica, depurazione e degasaggio della lega fusa.
  • Costi di fusione

La Macchina da Pressocolata

  • Principi di funzionamento
  • Gruppo di chiusura della pressa

Il dispositivo di iniezione per macchine a camera fredda ed a camera calda

I fenomeni  nella Pressocolata

  • Elementi, materiali e grandezze fisiche presenti nel processo

Fenomeni che interferiscono nel processo

Cenni sulla Teoria della Pressocolata e sui criteri Generali per la Progettazione degli Stampi di Pressocolata per le Leghe di Alluminio Concetti di dimensionamento dello stampo

  • Predisposizione dei canali e dell’attacco di colata
  • Scelta degli acciai per le varie parti costituenti lo stampo
  • Trattamenti termici delle parti dello stampo
  • Trattamenti termici superficiali
  • Il riempimento della Cavità dello Stampo
  • Caratteristica del flusso di riempimento

Estrazione del Pezzo

La simulazione del Processo della Pressocolata su Personal Computer

  • Il riempimento delle cavità stampo
  • La distribuzione delle temperature
  • Residui di gas nella figura

Distribuzione delle impurità

Utilizzo razionale delle Attrezzature

  • Preriscaldo dello stampo
  • Raffreddamento dello stampo
  • Termoregolazione dello stampo
  • Avviamento dello stampo
  • Parametri del processo

Regolazione della macchina

Applicazioni pratiche sui parametri di processo

Accessori del gruppo iniezione

  • Contenitori a pressione del gruppo iniezione di macchine a camera fredda : importanza delle tolleranze e della temperatura d’esercizio
  • Termoregolazione dei contenitori

Pistoni d’iniezione: tipi e caratteristiche

Lubrificazione dello stampo di pressocolata

  • Scopo della lubrificazione
  • Sistemi di lubrificazione

Caratteristiche dei lubrificanti per stampi

La qualità dei getti pressocolati

  • Il controllo dei parametri di processo
  • Il controllo del  prodotto

L’autocontrollo durante la produzione: come e perché

La qualità dei getti pressocolati

  • Caratteristica dei difetti più ricorrenti: tipo di difetto, cause e rimedi

Concetti base di un Sistema di Gestione per la Qualità secondo UNI EN ISO 9001

Esempi di applicazioni pratiche

A seconda delle necessità e delle richieste le ore dedicate alle applicazioni potrebbero anche aumentare riducendo altri argomenti, su esplicita condivisione della richiesta dei partecipanti

Destinatari

Addetti alla fonderia, al controllo qualità. Responsabili della qualità e progettisti.

Modalità di Verifica Finale

Test Scritto

Attestati e Certificazioni

A coloro che frequenteranno almeno il 75% del monte ore previsto e che supereranno la verifica finale, verrà rilasciato un attestato di frequenza e/o di superamento verifica finale.

Docenza

Diploma di Perito Industriale, lavora per molti anni in alcune aziende del bresciano e nel 1994 fonda la Società "AR Consult di Peli Aldo & C. Sas" dove si occupa di consulenza tecnica rivolta a Sistemi di Gestione per la Qualità aziendale ISO 9001:2008 e ISO/TS 16949, formazione del personale, organizzazione aziendale, impiantistica e logistica, progettazione di software In particolare larga esperienze a competenza nell’area pressocolata dell’alluminio. E’ anche  Auditor qualificato per visite ispettive interne. Consulente in AQM dal 2007. Dal 2010 al 2014 è stato Membro nell'Associazione Italiana di Metallurgia.

Scheda Corso - PDF

Informazioni aggiuntive

Sede del Corso

Data di Inizio

Durata del Corso

Centro di Competenza

area

Referente Aqm

note

Modalità Erogazione Corso

Cerca il Corso

Filtra i Corsi

ISCRIVITI ALLA

NEWSLETTER

 

Follow Us